Infortuni e gestione psicologica, articolo intero

Infortuni e gestione psicologicaintero articoloNella corsa abbiamo un ciclo motorio che divider in 3 fasi.A Fase di ammortizzamento il piede di appoggio si trova davanti al baricentro del nostro corpo e sopportare un carico di circa 3 volte il proprio peso.B Fase di sostegno il piede si trova perfettamente in asse con il baricentro del nostro corpo, i muscoli si contraggono isomericamente per favorire la stabilit e lequilibrio del corpo.C Fase di spinta il piede si trova davanti al baricentro del nostro corpo, per proiettare in avanti il corpo avviene la distensione della gamba attraverso i muscoli del bacino della gamba e del piede.La corsa impegna quasi tutto il nostro corpo ed in particolare muscoli, tendini, legamenti, ossa e cartilagine dei piedi delle gambe e del bacino.Correre un gesto complesso e traumatico, e non difficile che qualcosa ldquosi inceppardquo Ecco linfortunio.Gli infortuni del runner li classifico inA Lieve, si richiede una terapia senza interrompere la preparazione.B Moderato, limita lo svolgimento del programma di allenamento.C Grave, richiede tempi lunghi di inattivit, con cure e possibili interventi invasioperazioniD Disabilitante, limpossibilit di ritornare a livelli precedenti o addirittura di lasciare la corsa.Ma speso gli infortuni dipendono da noi, vi faccio alcuni esempi- il principiante che ignora..si sente una roccia e alla prima uscita segue lamico preparato per una sgambatina di 10Km,tanto per saggiare....le conseguenze sono facilmente immaginabile.- crsquo quello che definisco il Fissato. Per il fissato la corsa la drogabuona quotidiana e non ne pu fare a meno, cascasse il mondo lui deve andare a correre, non esiste giorno di riposo- finisco con il runner Immortale. Limmortale immune da qualsiasi infortunio, per lui tutto permesso gare tutte le domeniche, una maratona al mese alternando qualche gara di trail e per gradire una 100km ogni anno.Gli errori commessi stanno nella non comprensione di alcuni concetti di fisiologia sportiva qualiLa distanza critica in base al proprio patrimonio genetico e al proprio passato sportivo ogni runner ha una distanza criticasuperata la quale ogni seduta di allenamento fa aumentare la possibilit di infortunarsi.Altro fattore critico il totale dei chilometri di corsa che percorriamo pi chilometri corriamo pi sono le possibilit di infortunarci e pi riduciamo la nostra vita agonistica. Pensiamo al motore di una macchina, ha un numero di chilometri che ne fissa la vita, vogliamo che la ldquonostra macchinardquo dura pi anni dobbiamo distribuire i chilometri nel tempo e ldquotrattarla benerdquo.Allenamenti sostenuti frequenti sedute di allenamento di ripetutemediosaliteritmi veloci senza adeguato recupero muscolare.Percorsi di allenamentigare salite e discese molto ripide, fondi sconnessi gare di trail.Lrsquoinfortunio rappresenta un evento destabilizzante per lrsquoequilibrio emotivo e psicologico. Un cattivo adattamento allrsquoinfortunio pu comportare la comparsa di nervosismo, depressione e sbalzi di umore, tanto da influenzare negativamente il lavoro e i rapporti con le persone a noi vicino. Pochi giorni di non allenamento non cambia quasi niente.Se sfortunatamente il riposo forzato pi lungo vi consiglio di fare attivit fisica alternativa e pensare che il nostro corpo e la nostra mente hanno bisogno di riposo che spesso noi spesso non ci concediamo.Run happyMario De MaioScarpe Sportive Napoli Vomero 081 5789348 - DM Sport - Scarpe sportive e abbigliamento sportivo a napoli al vomero, dm sport distributore scarpe running snikers delle migliori marche Nike Adidas Forerunner, Ironman, Heel Cups Gel, Mizuno Wave Romin, New Balance , Wbu, Saucony Fastwitch, Asics, Brooks. effettuiamo esame statico e dinamico dell'appoggio del piede gratuito x chi acquista un paio di scarpe, Scarpe Sportive e Abbigliamento Sportivo a Napoli al Vomero, DM Sport distributore scarpe running snikers delle migliori marche Nike Adidas Forerunner, Ironman, Heel cups gel, Mizuno Wave Romin, New Balance , WBU, SAUCONY FASTWITCH, Asics, Brooks. Effettuiamo esame biomeccanico statico e dinamico dell'appoggio del piede gratuito x chi acquista un paio di scarpe, Distributore Fascite Plantari The Stick, Accessori per massaggi, Stick per massaggi, bastone per massaggi

 
Infortuni e gestione psicologica articolo intero camminare da trekking napoli scarpe
 
Infortuni e gestione psicologica, articolo intero
By info -
il 12 ottobre 2015
in Sapere
Infortuni e gestione psicologica, articolo intero

Infortuni e gestione psicologicaintero articolo

Nella corsa abbiamo un ciclo motorio che dividerò in 3 fasi.

A) Fase di ammortizzamento: il piede di appoggio si trova davanti al baricentro del nostro corpo e sopportare un carico di circa 3 volte il proprio peso.

B) Fase di sostegno: il piede si trova perfettamente in asse con il baricentro del nostro corpo, i muscoli si contraggono isomericamente per favorire la stabilità e l'equilibrio del corpo.

C) Fase di spinta: il piede si trova davanti al baricentro del nostro corpo, per proiettare in avanti il corpo avviene la distensione della gamba attraverso i muscoli del bacino della gamba e del piede.

La corsa impegna quasi tutto il nostro corpo ed in particolare muscoli, tendini, legamenti, ossa e cartilagine dei piedi delle gambe e del bacino.

Correre è un gesto complesso e traumatico, e non è difficile che qualcosa “si inceppa”!!!! Ecco l'infortunio.

Gli infortuni del runner li classifico in:

A) Lieve, si richiede una terapia senza interrompere la preparazione.

B) Moderato, limita lo svolgimento del programma di allenamento.

C) Grave, richiede tempi lunghi di inattività, con cure e possibili interventi invasi(operazioni)

D) Disabilitante, l'impossibilità di ritornare a livelli precedenti o addirittura di lasciare la corsa.

Ma speso gli infortuni dipendono da noi, vi faccio alcuni esempi:

- il principiante (che ignora..)si sente una roccia e alla prima uscita segue l'amico preparato per una " sgambatina" di 10Km,

tanto per saggiare....le conseguenze sono facilmente immaginabile.

- c’è quello che definisco il "Fissato". Per il fissato la corsa è la droga(buona) quotidiana e non ne può fare a meno, cascasse il mondo lui deve andare a correre, non esiste giorno di riposo!!!

- finisco con il runner "Immortale". L'immortale è immune da qualsiasi infortunio, per lui tutto è permesso: gare tutte le domeniche, una maratona al mese alternando qualche gara di trail e per gradire una 100km ogni anno.

Gli errori commessi stanno nella non comprensione di alcuni concetti di fisiologia sportiva quali:

La distanza critica: in base al proprio patrimonio genetico e al proprio passato sportivo ogni runner ha una distanza critica

superata la quale ogni seduta di allenamento fa aumentare la possibilità di infortunarsi.

Altro fattore critico è il totale dei chilometri di corsa che percorriamo: più chilometri corriamo più sono le possibilità di infortunarci e più riduciamo la nostra vita agonistica. Pensiamo al motore di una macchina, ha un numero di chilometri che ne fissa la vita, vogliamo che la “nostra macchina” dura più anni: dobbiamo distribuire i chilometri nel tempo e “trattarla bene”.

Allenamenti sostenuti: frequenti sedute di allenamento di ripetute/medio/salite/ritmi veloci senza  adeguato recupero muscolare.

Percorsi di allenamenti/gare: salite e discese molto ripide, fondi sconnessi gare di trail.

L’infortunio rappresenta un evento destabilizzante per l’equilibrio emotivo e psicologico. Un cattivo adattamento all’infortunio può comportare la comparsa di nervosismo, depressione e sbalzi di umore, tanto da influenzare negativamente il lavoro e i rapporti con le persone a noi vicino. Pochi giorni di non allenamento non cambia quasi niente.

Se sfortunatamente il riposo forzato è più lungo vi consiglio di fare attività fisica alternativa e pensare che il nostro corpo e la nostra mente hanno bisogno di riposo che spesso noi spesso non ci concediamo.

Run happy

 

Mario De Maio

 

 

Infortuni e gestione psicologica articolo intero camminare da trekking napoli scarpe
Infortuni e gestione psicologica articolo intero camminare da trekking napoli scarpe
Infortuni e gestione psicologica articolo intero camminare da trekking napoli scarpe
Infortuni e gestione psicologica articolo intero camminare da trekking napoli scarpe
NEWSLETTER
iscrivimi
VUOI RICEVERE LE NOSTRE NEWS?
Infortuni e gestione psicologica articolo intero camminare da trekking napoli scarpe
CATEGORIE
NEWS
SAPERE
AZIENDA
EVENTI
PRIMA DI COMPRARE
RUNNING
RUNNING
RUNNING
SCARPE
ARCHIVIO
Giugno 2018
Maggio 2018
Novembre 2017
Agosto 2017
Maggio 2017
Novembre 2016
Agosto 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Novembre 2015
Ottobre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2014
Software by Targnet.it t: 2.70 s: 50255 v: 2805543
News Recenti
 
 
SCONTO PER ANTONIO
CIAO ANTONIO, PER TE UN OFFERTA FAVOLA: SCONTO DEL 40% SU TUTTE LE SCARPE RUNNING *DELLA PRIMAVERA ESTATE 2018, OFFERTA VALIDA FINO A DOMENICA 17 GIUGNO.NIMBUS 20 €. 129,99  
13 giugno 2018
SCONTO 30% FINO AL 30 NOV
SCONTO DEL 30% SU TUTTE LE SCARPE RUNNING (ESCLUSO BROOKS LEVITATE)
16 novembre 2017
Timex Ironman 150 lap
Testo
18 agosto 2017
vai alle news →
Galleria Fotografica
 
Infortuni e gestione psicologica articolo intero camminare da trekking napoli scarpe
visita la gallery →

Infortuni e gestione psicologica articolo intero camminare da trekking napoli scarpe

Via Domenico Fontana, 14
80129, NAPOLI
Telefono : 081 5789348
E-mail: info@dmsport.it

The Stick - Visit the official site:

The Stick original

 
 
Infortuni e gestione psicologica articolo intero camminare da trekking napoli scarpe